Home
Federazione Confsal-UNSA
BATTAGLIA:PRIMA RIUNIONE ALL’ARAN PER NUOVO CONTRATTO.RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE E FACCIAMO PRESTO
Mercoledì 19 Luglio 2017 14:04

rimbocchiamoci le maniche e facciamo prestoBATTAGLIA: PRIMA RIUNIONE ALL’ARAN PER IL NUOVO CONTRATTO. RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE E FACCIAMO PRESTO

«Oggi dopo tanti anni di lotta dell’UNSA siamo riusciti nel nostro primo obiettivo: aprire la trattativa per il rinnovo del contratto che sembrava bloccato a vita, quasi che i dipendenti pubblici non avessero neanche più il diritto di avere un rinnovo contrattuale» afferma Massimo Battaglia, Segretario Generale della Federazione Confsal-UNSA.

«Ora si apre la fase della stesura di un contratto che unifica 4 comparti diversi e ciò implicherà un approfondito lavoro per costruire al meglio un’intelaiatura comune di diritti e tutele » fa presente Battaglia

«Abbiamo in ogni caso chiarito all’Aran che la direttiva del Governo contiene alcune gravi contraddizioni che dovranno essere sanate, perché non si può demandare alla contrattazione alcune questioni di competenza della legge (la soluzione del problema della sterilizzazione del bonus 80 euro). Mi verrebbe da dire» osserva il Segretario Generale «che se il contratto deve fare cose che spettano alla legge, allora ciò dovrebbe valere anche per altri ambiti come l’organizzazione del lavoro da restituire alle determinazioni dei lavoratori attraverso i meccanismi contrattuali»

«Accogliamo il metodo di lavoro dell’Aran, fatto di un calendario fitto di appuntamenti e con tavoli tecnici specifici per disegnare al più presto il nuovo contratto» prosegue Battaglia «ma sia l’Aran che la Ministra Madia devono sapere che dopo 8 anni di attesa non permetteremo una violazione degli accordi presi con le OO.SS. dal Governo con l’accordo del 30 novembre /1 dicembre, secondo cui tutti gli aumenti contrattuali non devono produrre l’effetto di una perdita del bonus fiscale.»

«Ci aspettiamo una convocazione prima della pausa estiva per proseguire il confronto» conclude Battaglia.

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (PRIMA RIUNIONE ALL'ARAN NUOVO CONTRATTO - COM STAMPA 19.07.2017.pdf)PRIMA RIUNIONE ALL'ARAN NUOVO CONTRATTO - COM STAMPA 19.07.2017.pdf 162 Kb
 
BATTAGLIA: “CONTRATTO PA, FUNZIONI CENTRALI – 19 LUGLIO 2017. RILANCIAMO IL LAVORO PUBBLICO”
Martedì 18 Luglio 2017 09:52

19.07.2017 riparte la trattativaBATTAGLIA: “CONTRATTO PA, FUNZIONI CENTRALI – 19 LUGLIO 2017 RILANCIAMO IL LAVORO PUBBLICO”

 

 

 

Dopo 8 anni di attesa, e dopo una lunga campagna mediatica denigratoria ai danni dei lavoratori pubblici, domani si apre ufficialmente la trattativa per il nuovo contratto del comparto delle funzioni centrali.

 

Battaglia dichiara «in questi anni sono successe molte cose nella PA, dal vederci etichettati come l’“uomo in mutande” alla riforma Madia, senza dimenticare il pesante taglio delle agibilità sindacali.

 

Ora finalmente la parola passa ai lavoratori: è giunto il momento di cambiare, attraverso il contratto. Tutto il movimento sindacale trovi la forza» continua il Segretario Generale della Federazione Confsal-UNSA «di mettere al centro della trattativa l’equa retribuzione, la qualità del lavoro e la tutela dei dipendenti pubblici senza arretrare di un passo»

 

«Da questo contratto dovrà uscire una giusta valorizzazione per quel volto sano e produttivo della pubblica amministrazione che rappresenta il 99% dei lavoratori pubblici che –anche in situazioni difficili- svolgono con dedizione il loro lavoro»

 

«La Confsal-UNSA siederà domani al tavolo Aran con 3 impegni precisi: adeguamento della busta paga; ridare dignità al lavoro pubblico ritessendo vecchi diritti e nuove tutele; chiudere velocemente la trattativa, perché vogliamo assicurare il prima possibile gli aumenti ai lavoratori»

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (comunicato stampa 18-07-2017.pdf)comunicato stampa 18-07-2017.pdf 162 Kb
 
Riunione della Commissione Amministrazioni Centrali e Finanze (ACF) della CESI - 27 giugno 2017
Mercoledì 28 Giugno 2017 09:58

Riunione della Commissione Amministrazioni Centrali e Finanze (ACF) della CESI - 27 giugno 2017

 

cesi acf 27 giugno 2017

 

In data 27 giugno 2017 l’UNSA ha ospitato a Roma la riunione annuale della Commissione Amministrazioni Centrali e Finanze della CESI, la Confederazione Europea dei Sindacati Indipendenti, attraverso la quale l’UNSA partecipa attivamente alle relazioni sindacali a livello europeo.

 

Dopo il Congresso della CESI del dicembre scorso, questa riunione è stata l’occasione per il rinnovo delle cariche direttive della Commissione, che hanno visto la rielezione del Segretario Generale della Federazione Confsal-UNSA, Massimo Battaglia, alla Vice Presidenza della Commissione.

 

Alla riunione hanno partecipato sindacati proveniente da diversi Paesi europei, il Segretario Generale della CESI Klaus Heeger, il Sottosegretario alla Giustizia On. Gennaro Migliore e il dott. Florian Hauser per la Commissione Europea. Vi è stata anche la presenza di molti dirigenti sindacali della Federazione Confsal-UNSA, come auspicato dal Segretario Generale Massimo Battaglia, che ha voluto aprire una riunione solitamente ristretta alla partecipazione di quelle donne e di quegli uomini che svolgono quotidianamente l’attività sindacale nei posti di lavoro per coinvolgerli nell’orizzonte più ampio di attività della loro organizzazione sindacale.

 

Tra i diversi temi all’ordine del giorno, ve ne è stato uno particolarmente caro all’UNSA, quello degli effetti delle politiche di austerity richieste dall’Unione Europea sulla funzionalità delle Pubbliche Amministrazioni.

 

L’impegno dell’UNSA, che lavora sulla questione già da alcuni anni, è stato fatto proprio dal già citato Congresso della CESI, che ha adottato apposite mozioni congressuali.

 

Durante la riunione Battaglia ha consegnato una proposta di lavoro alla Commissione ACF e alla Segreteria Generale della CESI, per attivare un dialogo sociale con le istituzioni europee. L’obiettivo è quello di giungere all’adozione di una direttiva europea che riconosca la necessità di sostenere il buon funzionamento delle pubbliche amministrazioni, ed impedire il progressivo smantellamento dell’apparato pubblico causato da tagli ripetuti che si sono succeduti per anni.

 

Il Segretario Generale

Massimo Battaglia

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (ACF - COMUNICATO riunione 27 giugno 2017.pdf)ACF - COMUNICATO riunione 27 giugno 2017.pdf 252 Kb
 
BATTAGLIA: CONTRATTO PA, PARTITI.
Mercoledì 28 Giugno 2017 11:09

 

m battaglia - confsal-unsaBATTAGLIA: CONTRATTO PA, PARTITI.

 

 

 

«C’è soddisfazione per l’apertura del Contratto avvenuta ieri all’ARAN con la convocazione delle Confederazioni Sindacali rappresentative del Pubblico Impiego. Ma c’è anche la consapevolezza di quanta fatica c’è voluta per giungere a questo appuntamento lottando anche a dispetto di chi ha solo criticato» afferma Massimo Battaglia, Segretario Generale della Federazione Confsal-UNSA.

«Sarà sicuramente un negoziato non facile, visto che il nuovo comparto delle Funzioni Centrali accorpa ministeri, agenzie fiscali, inps, inail ed enti ex art. 70 con ordinamenti professionali molto diversi. Ma come detto questa convocazione rappresenta un primo passo verso un nuovo contratto di ampio respiro che abbiamo la responsabilità di concludere in tempi quanto più stretti possibile visto il tempo già trascorso» dichiara Battaglia, che precisa:

«Porteremo al tavolo delle trattative alcuni pilastri per noi fondamentali, volti a difendere interessi essenziali dei lavoratori:

  1. Gli 85 euro su cui il Governo si è impegnato devono entrare tutti in busta paga
  2. La salvaguardia del bonus 80 euro così come da accordo OOSS/Governo del 30 novembre/1 dicembre 2016
  3. Rispetto della specificità professionale e no alla omologazione dei lavoratori
  4. Riequilibrio delle fonti del rapporto di lavoro tra contratto e legge
  5. Tutela del diritto alla salute del lavoratore su malattie e visite specialistiche, nonché tutela della maternità e potenziamento del telelavoro e part time
  6. Modifiche delle aree nella classificazione del personale
  7. Introduzione dell’Area dei professionisti»

«A breve pubblicheremo la nostra proposta» annuncia Battaglia, che conclude «L’UNSA è pronta alla sfida per assicurare un miglioramento del rapporto di lavoro dei dipendenti pubblici del comparto».

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (CONTRATTI PA PARTITI -comunicato stampa.pdf)CONTRATTI PA PARTITI -comunicato stampa.pdf 96 Kb
 
MODIFICARE LA LEGGE FORNERO
Venerdì 23 Giugno 2017 08:49

legge di iniziativa popolare 2017

 

MODIFICARE LA LEGGE FORNERO:

DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE

 

 

Roma, 22 giugno 2017. I sindacati SNALS (scuola), FAST (trasporti), FIALS (sanità), FISMIC (industria e servizi), FNA (agricoltura), UNSA (funzioni centrali), tutti aderenti alla più grande Confederazione autonoma, la Confsal, si fanno promotori di un disegno di legge di iniziativa popolare da presentare in parlamento.

 

I sindacati rivendicano come “Il diritto di andare in pensione dopo una vita di lavoro e di contribuzione è stato ingiustamente colpito dalla Legge Fornero, verso la quale le nostre proteste non si sono mai placate. Sono passati anni, ma la classe politica non ha dato ascolto né ai cittadini né alle rappresentanze sindacali e non ha risolto nessuna criticità del meccanismo pensionistico italiano”.

 

In tale contesto di incapacità della politica, i sindacati si impegnano quindi a modificare l’attuale normativa pensionistica e ripristinare un diritto fondamentale dei lavoratori.

 

Nelle prossime settimane queste OO.SS. definiranno congiuntamente il testo del disegno di legge e scenderanno nelle piazze italiane per raccogliere le 50.000 firme necessarie ai sensi dell’art.71 della Costituzione italiana.

 

 

I Segretari Generali

SNALS  FNA     FIALS    UNSA     FISMIC     FAST

 

Serafini  Nesci  Carbone  Battaglia  Di Maulo  Serbassi

 

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (Cstampa 22-06 Disegno di legge di iniziativa popolare.pdf)Cstampa 22-06 Disegno di legge di iniziativa popolare.pdf 254 Kb
 
© 2010 Federazione Confsal-UNSA. Tutti i diritti riservati. -