Home dai Coordinamenti Unsa GIUSTIZIA: positivo incontro con il Ministro Bonafede

Unsa GIUSTIZIA: positivo incontro con il Ministro Bonafede

“5.000 assunzioni,  8.136 progressioni economiche, 1.850 scorrimento graduatoria art. 21 quater, 300+300 posti bando Ausiliari,  apertura tavolo FUA 2018”

Si è tenuto, il giorno 2 aprile 2019, presso il Ministero della Giustizia, il preannunciato incontro di questa O.S. con il Ministro Bonafede, con i capi Dipartimento e i Direttori Generali del Personale del DOG, DAP, DGMC e Arch. Not.

Il Ministro Bonafede ha aperto la riunione illustrando l’attività politica svolta. Quindi, ha dato la parola alla Dott.ssa Fabbrini per la spiegazione della prossima azione amministrativa del Ministero della Giustizia, che riassumiamo di seguito.

  • assunzione di n. 5.000 unità di personale nel 2019 (4.200 al Dog e 800 Dap- Dgmc);
  • pubblicazione bandi, il giorno 8 aprile 2019, per n.8136 progressioni economiche a beneficio del personale di tutti i dipartimenti;
  • scorrimento graduatoria idonei 21 quater per ulteriori 1.850 unità;
  • scorrimento graduatoria Assistenti Giudiziari per n. 903 unità e per i restanti idonei entro l’anno;
  • sblocco bando Ausiliari per n. 300 unità (+300 in seconda fase) con procedura ‘semplificata’ (prova orale) autorizzata da Funzione Pubblica;
  • pubblicazione bandi concorsi esterni per Funzionari (1.850 unità) Funzionari Tecnici (63 unità) Assistenti Tecnici (97 unità). Inoltre, è in fase di definizione il piano dei fabbisogni che consentirà il completamento dell’Accordo del 26 aprile 2017 con i passaggi giuridici del personale DOG;
  • impegno per la pubblicazione di ulteriori bandi di mobilità interna x il DOG;
  • apertura a breve del  tavolo negoziale FUA 2018 ( con richiesta sindacale della 3^ tornata progressioni economiche);

 

La Federazione Confsal-UNSA, pur apprezzando le azioni politiche e amministrative illustrate, in linea con l’Accordo del 26 aprile 2017,  ha chiesto al Ministro di superare le criticità dei dipartimenti con interventi legislativi per risolvere l’atavica questione delle cause civili e penali pendenti (circa 5.000.000), nonché della gravissima situazione dell’esecuzione penale interna ed esterna, con un sovraffollamento di 10.000 ristretti,  in costante aumento, e grave carenza di risorse umane-finanziarie. Il  tutto attraverso una riorganizzazione del lavoro per la quale necessitano risorse aggiuntive per nuove assunzioni e per l’implementazione del Fondo Unico di Amministrazione del personale.  Infine, abbiamo sottolineato le grandi difficoltà dei lavoratori degli Uffici NEP a causa dei recenti interventi legislativi.

Il Ministro Bonafede, nella replica, concordando con quanto da noi evidenziato, ha assunto l’impegno politico a reperire ulteriori risorse economiche ed ha delegato i dipartimenti ad implementare le relazioni sindacali finalizzate a nuovi Accordi nell’interesse dell’amministrazione e dei lavoratori della Giustizia.

Cordiali saluti.

IL SEGRETARIO GENERALE

Massimo Battaglia