Maggiorazione RIA – Servizio UNSA agli ISCRITTI

You are currently viewing Maggiorazione RIA – Servizio UNSA agli ISCRITTI

Sentenza n. 4/2024 della Corte Costituzionale

QUANTIFICAZIONE CREDITO MATURATO MAGGIORAZIONE RIA,

“PARTE IL SERVIZIO RISERVATO AGLI ISCRITTI CONFSAL UNSA”

 

In data 11 gennaio 2024 Confsal UNSA ha notiziato circa l’avvenuto deposito della sentenza n. 4 della Corte Costituzionale che dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 51, 3 della legge n. 388/00 (Finanziaria 2001) nella parte in cui – retroattivamente – escludeva l’operatività delle maggiorazioni Ria dei dipendenti pubblici per il triennio 1991-1993.

La Consulta chiarisce che l’anzianità di servizio utile al calcolo della maggiorazione Ria non si ferma al termine del 31 dicembre 1990 (come la L. 388/00 ha voluto intendere), ma che può essere valorizzato anche il periodo di proroga del triennio 1991-1993, come previsto dal D.L. n. 384 del 1992.

Confsal UNSA, a seguito di positivo parere del proprio Studio Legale sulle possibili ricadute favorevoli relative alla efficacia retroattiva della sentenza, ha richiesto in data odierna agli organi competenti l’applicazione immediata della sentenza per tutti i lavoratori interessati.

Inoltre, Confsal UNSA ha deciso di intraprendere ulteriori iniziative riservate agli iscritti quali la quantificazione del credito maturato al 31/12/2023.

Si chiarisce che sono interessati dalla sentenza della Consulta i dipendenti pubblici dei Ministeri e delle Agenzie fiscali assunti dal 01.01.1981 al 31.12.1983 oppure dal 01.01.1986 al 31.12.1988 che hanno maturato, pertanto, rispettivamente 5 o 10 anni di servizio nel periodo intercorrente tra il 01.01.1991 ed il 31.12.1993.

Per richiedere la quantificazione del credito maturato inviare l’allegato modello di richiesta esclusivamente via e-mail a maggiorazione.ria@confsal-unsa.it

Roma, 16 gennaio 2024.

il Segretario Generale

Massimo Battaglia

 

 

MAGGIORAZIONE RIA – SERVIZIO AGLI ISCRITTI UNSA

DOMANDA QUANTIFICAZIONE MAGGIORAZIONE RIA –

 

Lascia un commento